Chirurgia orale

La CHIRURGIA odontostomatologica si occupa di:

  • estrazione di residui radicolari e di denti molto compromessi, che non è possibile salvare con altra terapia;
  • rimozione di radici o di denti rimasti inclusi o semi-inclusi nell’osso (ad esempio denti del giudizio);
  • asportazione dell’apice del dente coinvolto in processi infiammatori, quando non trattabili con la sola endodonzia (apicectomia);
  • frenulectomia: asportazione dei frenuli mediani e linguali;
  • chirurgia parodontale: quando non è sufficiente l’approccio conservativo (non chirurgico), la chirurgia serve ad arrestare in modo stabile nel tempo la malattia parodontale;
  • chirurgia mucogengivale: si esegue per migliorare l’aspetto del sorriso naturale, (ad esempio la terapia delle recessioni gengivali) oppure per rendere più armoniosa ed estetica l’integrazione dei manufatti protesici nel contesto del sorriso.
X